Menu

Riserva Masai Mara

La Riserva di Masai Mara istituita nel 1968 si estende su una superficie di 1.510 kmq., ed e’ la più famosa area protetta del Kenya e forse la più suggestiva, come indica il termina masai mara che significa “macchiata”, con la sua sterminata savana  interrotta da formazioni rocciose, macchie di acacie e tratti di foresta ripariale. Oltre ai grandi predatori, come leopardi e ghepardi, si possono avvistare iene maculate, otocioni e sciacalli dalla gualdrappa. Gli elefanti, i bufali, le zebre e le giraffe  sono diffusi, e sopravvivono anche circa tre dozzine di rinoceronti neri. Tra gli ungulati si distinguono impala, varie tipologie di antilopi e cervicapre; tra le oltre 450 specie di volatili vi sono rapaci e grandi uccelli come gli struzzi.

Masai-Mara-Migration- 1 riserva masai mara Riserva Masai Mara Masai Mara Migration 1

L’area protetta puo’ essere distinta in tre diverse parti: il settore orientale si allunga a sud-est dei fiumi Mara e Talek fino alle Ngama Hills  ed e’ quello piu frequentato, il centrale e’ compreso tra i due corsi d’acqua a nord della loro confluenza, e  quello occidentale e’ delimitato dall’Oloololo Escarpment (scarpata) e dal fiume Mara. I fotosafari si svolgono in genere nello stesso settore dei lodge e dei campi tendati, percio’ chi a disposizione piu’ di tre notti puo’ cambiare alloggio per vedere un’altra zona della Riserva. Per la visita e’ consigliabile partecipare ad un safari organizzato che parte da Nairobi e, anche se sarebbe possibile muoversi in modo indipendente, bisogna tener presente che le strade interne sono molto sconnesse e non esiste alcun tipo di segnaletica.

Heritage-Migration-2 riserva masai mara Riserva Masai Mara Heritage Migration 2

Il villaggio Masai: i Masai vivono in nuclei abitativi costituiti da una serie di capanne destinate ai diversi membri di una famiglia, vale a dire un “anziano” e le sue varie mogli con i rispettivi figli. La tradizione vuole che i maschi non possono sposarsi e costruire il proprio villaggio finche’ fanno parte del gruppo deo moran( guerrieri ) e la generazione successiva non passa l’iniziazione, in pratica finche’ non diventano giovani anziani, ovvero i responsabili delle decisioni politiche e legislative. Cio avviene in genere tra  30 e I 35 anni. Le donne invece vengono avviate al matrimonio gia’ dai tredici anni e questo crea un ampio divario di eta’ tra i coniugi. Il villaggio masai viene detto ankang o manyata, quest’ultimo un tempo destinato solo ai guerrieri.

Masai village 1 riserva masai mara Riserva Masai Mara Masai village 1